Perché scegliere una crociera per andare in vacanza?

Hai più o meno 25-30 giorni di vacanza all’anno? Allora vale la pena spenderli bene! Scopri i motivi per cui oggigiorno non esista nessun altro tipo di vacanza che ti offra più di una vacanza in crociera! Buona Lettura!

Ristorazione in crociera

Cominciamo dall’inizio. Ebbene sì: non risale a così tanto tempo fa la credenza che andare in crociera significhi solamente mangiare, mangiare, mangiare ed ancora mangiare. La classica crociera era vista come una vacanza di relax totale all’insegna di giornate a non far nulla, facendosi coccolare con colazioni in camera, serate di gala e pomeriggi nelle spa. Una o più settimane così, scendendo ogni tanto dalla nave per una visitina veloce. La nave in sé era l’attrazione principale del viaggio.

Con il passare degli anni inoltre la differenza tra turista e viaggiatore è andata diversificandosi sempre più, finendo per connotare in modo negativo il primo e in modo positivo il secondo. Sotto quest’ottica la crociera viene vista ovviamente come una pura vacanza per turisti.

Non è così ed ecco di seguito alcune delle motivazioni:

Proprio grazie alla natura di questa vacanza le due definizioni vengono a sovrapporsi.

Per prima cosa, le compagnie crocieristiche hanno fatto passi da gigante negli ultimi anni per apportare sempre più valore a questo tipo di vacanza, cercando di diversificare la propria offerta e finendo per creare dei prodotti turistici veramente attraenti ed interessanti.

Secondo, quale altro tipo di viaggio vi permettere di vedere intorno a 6-7 destinazioni o paesi diversi in una settimana, senza dover trasportare valigie o fare e disfare i bagagli ogni 24 ore? Una comodità che è difficile ritrovare in altri tipi di viaggio. Pensateci: addormentarsi la sera in tutta tranquillità e svegliarsi in prossimità di una nuova tappa, una nuova avventura da intraprendere, non ha prezzo.

Hong Kong Skyline

Importante sottolineare che alcune compagnie stanno introducendo nei propri itinerari delle soste più lunghe per permettere ai passeggeri molta più tranquillità durante le loro escursioni, e non solo, alcune compagnie si fermano in porto per tutta la notte. Così come da tempo Seabourn Cruise Line usa fare, Celebrity Cruise Line passerà molte notti nei porti caraibici nel 2016. Royal Caribbean invece si fermerà in porto nelle città di Bangkok, San Pietroburgo o Sydney.

Oltre a ciò, imbarcarsi con compagnie che dispongono di navi leggermente più piccole vi permette di raggiungere quei luoghi dove altre farebbero fatica ad arrivare o in quelle zone invece dove anche i collegamenti via terra sono di difficile percorrenza.

 

Crociere di lusso con Azamara

Un’attenzione particolare va rivolta alla lussuosa compagnia Azamara, la quale ha organizzato diversi programmi notturni da svolgersi durante le notti in porto, chiamati AzAmazing evenings, i quali richiamano le culture locali.

Cruise Global, Eat Local: un altro programma accattivante secondo il quale i crocieristi possono chiedere consiglio agli esperti chef di bordo per ristorantini o taverne in città e gustare così i sapori autentici e vivere l’atmosfera locale, cenando tra le persone del posto. Decisamente idee interessanti.

 

Ristoranti a bordo

Un’ulteriore iniziativa vincente, questa volta proveniente dalla maestosa compagnia inglese Cunard riguarda l’informazione dei passeggeri, i quali, il giorno prima dell’arrivo in una destinazione, vengono introdotti alla cultura, la storia e le tradizioni di quella tappa. Ancora dunque, la crociera non è più una noiosa vacanza da turismo di massa, bensì un viaggio stimolante carico di cultura e nuove emozioni.

Per concludere, la crociera sarà sempre affiancata al famoso All Inclusive, a gourmet incredibili o a cene strabilianti e cocktails nell’immaginario delle persone, ma non è solo questo. La crociera va oltre, come questo blog conferma: provare per credere!

 

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *